Riportiamo la lettera scritta dal fotografo e socio fondatore di Istantanee Sociali Giulio Di Meo, nella quale il fotografo ringrazia per l’aiuto ricevuto nella realizzazione del progetto PIG IRON ricordando a tutti e tutte che chi fosse interessato a sostenere il progetto può farlo  acquistando il libro scrivendo una mail a:  info@giuliodimeo.it
Carissimi amici, compagni e studenti,
grazie all’aiuto di molti di voi abbiamo raggiunto un’altra tappa importante di Pig Iron!
Ieri siamo riusciti a donare i primi 2.000 euro al progetto teatrale che vogliamo finanziare con i guadagni derivanti dalle vendite del libro. Questo risultato è stato possibile grazie al vostro contributo. Un aiuto importante è arrivato anche dalla campagna lanciata sulla piattaforma Produzioni dal Basso, nata per supportare progetti indipendenti, e soprattutto dalle tante serate di presentazioni da nord a sud Italia, che hanno consentito di far conoscere il libro ed il progetto.
Questo primo contributo andrà a sostenere il gruppo di giovani brasiliani che sta portando avanti un progetto di teatro popolare come strumento di formazione e denuncia, nel linguaggio della gente semplice, vicino alle piccole comunità locali vittime della multinazionale Vale.
Vi ringraziamo per aver permesso a questi ragazzi di continuare la loro lotta al fianco di chi sta subendo gravi ingiustizie nel Parà e nel Maranhão. Vi vogliamo ringraziare anche per l’accoglienza ricevuta durante le serate che ci hanno permesso di condividere questa storia.  Vi terremo aggiornati sulle prossime tappe di Pig Iron e sugli sviluppi e le conquiste che riescono a portare a termine i nostri ragazzi brasiliani.
Colgo l’occasione anche per darvi un’altra bella notizia. Marcelo Cruz, uno dei ragazzi del progetto teatrale, vivrà a breve un’importante esperienza. Marcelo è un appassionato di fotografia, è quello che vorrebbe fare da grande. Grazie alla collaborazione di Shoot for Change, parteciperà come fotografo ad una campagna sull’alimentazione e sulla fame promossa da ActionAid Italia, la cui prima tappa sarà in Brasile.
Ringrazio ActionAid Italia, Antonio Amendola e tutti i fotografi di S4C per l’opportunità che gli è stata data.
GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI!!