Ci siamo lasciati con gli assoli di Charlie Parker, 40 foto scattate durante le gite, a casa, in ludoteca o mentre si suona il piano, a ragazzi/e con autismo.

Pensavamo tutti che quello fosse stato un bel progetto fotografico, uno di quelli che  lascia il segno sia sulla pellicola, come si diceva una volta, che nel cuore. Pensavamo che quel viaggio si fosse concluso con la mostra finale, bellissima, applauditissima, coinvolgente ed emozionante, invece no.

Ci siamo resi conto che gli assoli sono bellissimi, ma che durano quell’attimo, noi volevamo qualcosa di grandioso, ci serviva una musica corale, ci serviva un’ orchestra di elementi scombinati, ma che insieme avrebbero lasciato il segno, ci serviva “tutto il bello che c’è”.

Tutto il bello c'è

Abbiamo chiesto a 15 ragazzi e ragazze con autismo ad alto funzionamento di fare tre laboratori sulla fotografia, un mini corso che potesse dargli le basi essenzaiali per scattare foto. Oltre i ragazzi e le ragazze sono stati coinvolti 15 fotografi e 15 volontari così da poter seguire ogni persona anche a livello individuale per un totale di 45 persone. Finito il terzo laboratorio, che sarà a novembre, i fotografi e i volontari si coordineranno con il ragazzo/a abbinato in fase di laboratorio e cercheranno di sviluppare un mini progetto fotografico.

Alla fine ogni ragazzo fotograferà,”tutto il bello che c’è” per lui o lei e i progetti verranno presentati a Torino in occasione delle giornate sull’autismo.

Siamo partiti con tanti strumenti stonati e sconfusionati, ad oggi stiamo affilando i violini, le tube e i piatti. Ognuno suonerà quello che gli piace di più e alla fine speriamo in un bel concerto.

Associazione di Reportage Sociali, Istantanee Sociali https://www.facebook.com/istantaneesociali/

Angsa Sezione di Torino

Associazione di Idee